Ci sono posti segreti, soffici e poetici in  cui accomodarsi davanti ad un buon vino o trascorre un tempo slow come quello del brunch della domenica

Succo fresco, panino con falafel e tzatziki, quinoa con pesto al basilico  feta e mandorle, humus di fave, yogurt e cereali e tartelletta dolce alla frutta, tutto vegetariano, servito come una coccola nel bistrot all’interno oppure nel grazioso dehor che sa di bello e introvabile

Tutto questo è Tricheco un locale che da qualche anno in Via Rialto è spazio libero al gusto dei piccoli produttori con etichette ottime anche bio e  con un menù alla carta come taglieri e veg burger, formaggi bio, parmigiana, crostino con il pane croccante e l’hummus o la melanzana saporita da accompagnare ad una serata preziosa o ad un brunch lontano dal rumore del resto, nel salotto di Via Rialto un po’ la nostra petite Parisienne in cui magari ritrovarsi per sfogliare un buon libro o magari scrivere pensieri ripieni di dolcezza

Tricheco è un po’ così un pò il Favoloso Mondo di Amelie, un pò Chocolate

Accanto al cinema Rialto, luogo aperto alla Poesia con un occhio attento allo spazio libero da ogni differenza per un mondo a colori e Arcobaleno fatto di Valori e Sapore

Un luogo dal cuore libero per cuori innamorati della bellezza

In questo periodo suggeriamo Grechetto 3 botti bianco fermo o un Altea Rosso più strutturato da centellinare magari davanti ad piatto saporito di Pecorino bio toscano con fave e carciofi arrosto… Mmmh

Evviva le imprese al femminile belle, buone e con il cuore al centro

Grazie ai luoghi magici come Tricheco, nel centro della città che ci permettono di godere del bello pur rimanendo in città

Da notare con triplo yeah il sabato e la domenica brunch vegetariano fino alle 14,30 e anche late lunch

Passatele a trovare e se mi vedete nel tavolo a scrivere sto ancora completando il mio primo progetto editoriale in realtà ne ho altri tre paralleli 🙂 ma il primo lo devo un po’ anche a loro alle ragazze di Tricheco che nelle notti invernali mi hanno accolto più di una volta aprendomi la porta del loro locale come se fosse un po’ anche casa, con un calice e una manciata di pensieri fra le braccia e un po’ di buon blues lì ho iniziato a scrivere ciò che da tanto avevo voglia di raccontare

Quindi grazie anche a Tricheco un po’ la mia seconda casa che mi ha permesso di riaprirle quelle porte 😉

TRICHECO OSTERIA
Via Rialto 23//a Bologna

https://www.facebook.com/trichecoosteria/?ref=br_rs